58° edizione di ISODARCO - Scuola Internazionale sul disarmo e la ricerca sui conflitti

Si è tenuta ad Andalo la 58° edizione della Scuola Internazionale sul disarmo e la ricerca sui conflitti, sul tema "The past and the future of arms control, non proliferarion and disarmament"

Nel mese di gennaio ad Andalo si è svolto il 57° corso della Scuola internazionale sul disarmo e la ricerca sui conflitti, in sigla inglese ISODARCO. Questa scuola rappresenta la principale iniziativa formativa delle Pugwash Conferences on Science and World Affairs, organizzazione nata dall'impegno pacifista di Albert Einstein e Bertrand Russell, insignita nel 1995 del Premio Nobel per la pace.

Lo scenario mondiale vede un ritorno di interesse per gli armamenti nucleari, con Trump che propone una nuova generazione di armi atomiche di piccola potenza e quindi più facilmente utilizzabili, Putin che orgogliosamente saluta il nuovo missile ipersonico manovrabile Avangard, la Corea del Nord che si oppone all'idea di rinunciare ai propri armamenti, gli Usa che vorrebbero realizzare nuove difese antimissile e hanno abbandonato il trattato INF, che aveva tolto dall'Europa intere classi di missili nucleari. Non solo; nel febbraio 2021 andrà a scadere il trattato New Start e a quel punto non vi sarà più nessun accordo capace di limitare il numero, la dislocazione ed il tipo di armi nucleari presenti nei diversi arsenali.

Da oltre tre decenni gli incontri ISODARCO si tengono in Trentino. Vi partecipano una ventina di docenti scelti tra i maggiori esperti internazionali nei vari settori, tra cui diplomatici, politici, tecnici, militari, pacifisti, accademici di varia estrazione. Questi presentano relazioni ad un pubblico formato da laureandi, dottorandi e giovani ricercatori, su temi di volta in volta scelti per la loro importanza ed attualità.

Il corso svoltosi dal 6 al 13 gennaio 2019 è stato diretto dai professori Steven Miller dell'Università di Harvard e Francesca Giovannini della American Academy of Arts and Sciences e ha vsto la presenza di relatori provenienti da Italia, Norvegia, Brasile, Gran Bretagna, Canada, Pakistan, Usa. Tra questi meritano una citazione speciale Jon Wolfsthal (già assistente particolare del presidente Obama per la sicurezza nazionale), Ali Soltanieh (già ambasciatore iraniano all'Agenzia internazionale per l'energia atomica di Vienna), Sergio Duarte (già Alto rappresentante ONU per il disarmo e Presidente delle Conferenze Pugwash), Carlo Trezza (ha presieduto la Conferenza sul disarmo a Ginevra e il comitato consultivo del Segretario generale ONU per le questioni del disarmo a New York; è stato pure ambasciatore d'Italia per il disarmo e la non proliferazione e infine ambasciatore in Corea). I quasi cento giovani partecipanti all'Isodarco giungevano da quindici nazioni diverse e per una intera settimana hanno interagito con persone di grande esperienza e competenza, acquisendo conoscenze approfondite, sviluppando nuove idee e rafforzando la loro volontà di lavorare per creare un mondo migliore e più pacifico.

Martedì, 19 Marzo 2019

Competenze per la società globale

Comunicazione ai Soci