Città rifugio, presentazione all'Università di Trento

Nell'ambito delle attività della rete nazionale In Difesa Di, l'Associazione Yaku e il Centro Studi Difesa Civile APS, con il Patrocinio dell’Università di Trento, Dipartimento di Sociologia, propongono la conferenza "Città rifugio, Trento, Padova, Verona, per un nuovo modello di tutela per i diritti umani e di chi li difende"

L’evento sarà l'occasione per illustrare i programmi di Temporary Relocation per persone difensore dei diritti minacciate, grazie alla ricerca condotta da Marzia Deflorian, e sarà anche un modo per dare voce a dei difensori dei diritti umani: interverranno infatti i due attivisti che Padova e Trento ospiteranno fino al prossimo marzo, e la studiosa  yemenita che fa ricerca a Trento grazie a SAR – Scholars At Risk

L’evento del 16 dicembre, ospitato dall’Università di Trento, nella sua prima parte presentarà il lavoro della ricercatrice Marzia Deflorian, al tempo collaboratrice dell’associazione trentina Yaku: “Le esperienze di Temporary relocation come luoghi di protezione per le attiviste e gli attivisti dei diritti umani. Linee guida per la creazione in Trentino di una Città In Difesa Di per difensore dei diritti umani minacciate”, che grazie alla supervisione scientifica del Centro Studi Difesa Civile e alla guida accademica dell’Università degli Studi di Trento, ha permesso di indagare e raffrontare i principali programmi di protezione per Human Rights Defenders (HRD) in Europa, ed aiutare così la costruzione di linee guida utili per territori ed istituzioni italiani.
Un lavoro promosso da Fondazione Caritro, che ha voluto credere in un percorso innovativo e rivolto in primis alla popolazione trentina, ma che ha avuto rilievo su tutto il territorio nazionale, in stretta connessione con i partner europei coinvolti.
Saranno presenti: la ricercatrice Marzia Deflorian, la responsabile scientifica, professoressa Luisa Del Turco del Centro Studi Difesa Civile, la responsabile accademica e presidente di “Scholar at risk” (SAR) professoressa Ester Gallo, e le associazioni coinvolte, ovvero Yaku ed il Forum Trentino per la Pace ed i Diritti Umani.  Ospite d’eccezione, la docente e ricercatrice yemenita Ghanya Al Naqeb già docente di scienze alimentari dell’università di Sana’a nello Yemen e attualmente impegnata presso il Centro Agricoltura, Alimentazione e Ambiente dell’Università di Trento grazie all’appoggio e alla protezione del programma per docenti minacciati di SAR .
La seconda parte dell’incontro sarà invece dedicata ai Programmi delle Città Rifugio: Trento e Padova in primis, ma anche Verona, che ha da poco promosso con una mozione, l’affiliazione della città alla rete delle Città Rifugio in Italia.
Per Trento il Centro per la Cooperazione Internazionale – con la direttrice Chiara Sighele – che sta coordinando il programma, illustrerà sfide e difficoltà di questa prima accoglienza, che gestirà in maniera coordinata fino a marzo con il Nodo Padovano In Difesa Di, per cui interverrà Marco Ramigni di Operazione Colomba.
Ma soprattutto, saranno i due difensori a raccontarsi: provenienti dall’Africa, impegnati in attività di denuncia e giornalismo per i diritti delle donne e dei bambini, hanno subito una pesantissima azione di pressione e minaccia, acuita dall’uccisione di alcuni colleghi negli ultimi mesi.

L'evento sarà visibile in diretta streaming sulla pagina facebook di Yaku e sulla pagina facebook della rete In Difesa Di.

Per la partecipazione in presenza è necessaria una pre-iscrizione mandando una mail a stefanofilippini@hotmail.it

Per accedere all'edificio è necessario consegnare un modulo precompilato scaricabile QUI