Autodifesa digitale

Tutelare il proprio lavoro e le fonti online

All'interno dell'iniziativa Il Trentino per i Diritti Umani - Settimana dedicata alla difesa delle e dei Difensori dei Diritti Umani, un seminario di Autodifesa Digitale rivolto ai giornalisti, agli attivisti e alla cittadinanza più in generale sui metodi e gli strumenti per la propria sicurezza digitale.

Destinatari

Giornalisti/e, blogger, attivisti/e e rappresentanti delle organizzazioni della società civile.
In caso di posti disponibili potranno partecipare anche altre persone interessate.

 

Programma

ore 9.30
Accoglienza e registrazione partecipanti

ore 10.00 - 13.30
Introduzione alla sicurezza digitale
Auto-valutazione: rischio e superficie di attacco

ore 13.30
Pausa pranzo offerta dagli organizzatori

ore 14.30
Strumenti pratici di autodifesa digitale

 

Per informazioni

Valentina Vivona, valentina.vivona@cci.tn.it – Tel. 0461 1828635

Formatore/i: Cecilia Anesi è una giornalista freelance e cofondatrice dell’Investigative Reporting Project Italy (IRPI), ha collaborato a numerose indagini internazionali tra cui quella nota come Panama Papers (Premio Pulitzer 2016) e Daphne Project.

Lorenzo Bagnoli da sei anni è membro del board di IRPI. Ha partecipato a inchieste internazionali come Daphne Project, Security for Sale, Mafia in Africa e DivertedAid. Si occupa soprattutto di criminalità organizzata transnazionale e immigrazione.

Giovanni Civardi ha lavorato in diversi ambiti del mondo IT. Da dieci anni tiene corsi di formazione sull’autodifesa digitale, la privacy e l’anonimato in vari contesti. Appassionato di sicurezza informatica, vorrebbe un mondo digitale più sicuro per tutti.

Claudio Guarnieri è ricercatore nell’ambito della sicurezza digitale e sviluppatore informatico. Fornisce assistenza alle organizzazioni per i diritti umani, ai giornalisti e agli attivisti su sicurezza informatica, privacy e sorveglianza. Attualmente collabora con Amnesty International e con l’Università di Toronto.
Modalità iscrizione:

Il seminario si inserisce nella Formazione Professionale Continua dei giornalisti professionisti e pubblicisti iscritti all’Ordine dei giornalisti e dà diritto a 6 crediti deontologici.

L’iscrizione è obbligatoria e per i giornalisti va effettuata tramite la piattaforma Sigef . Tutti gli altri si iscrivono attraverso il modulo di adesione online entro il 29 novembre 2018. È previsto un numero massimo di 30 partecipanti.
In caso di selezione verrà data precedenza all’ordine di arrivo delle domande.

 

Costi: La formazione è gratuita grazie al supporto della Commissione Europea per il progetto European Centre for Press and Media Freedom (ECPMF)