Migrante a chi

Fenomeni migratori tra continuità e discontinuità

Migrante a chi_Slider

Il corso intende offrire un inquadramento generale sui fenomeni migratori contemporanei e alcuni strumenti per sviluppare uno sguardo informato e critico sui diversi aspetti che li caratterizzano. Un corso per pensare alla complessità del fenomeno migratorio, alla varietà delle sue cause generatrici e delle conseguenze e per costruirsi un’idea informata, per costruire risposte più ampie e articolate per gli attori coinvolti.

Obiettivi:

Il corso intende offrire un inquadramento generale sui fenomeni migratori contemporanei e alcuni strumenti per sviluppare uno sguardo informato e critico sui diversi aspetti che li caratterizzano. In particolare, intende fornire alcuni strumenti per:

• Comprendere le cause e le dinamiche dei fenomeni migratori

• Leggere criticamente le informazioni relative ai flussi migratori e per conoscere le condizioni di viaggio e di arrivo vissute dai/dalle migranti

• Comprendere i principali elementi delle politiche migratorie e le loro conseguenze

Destinatari:

Operatori della cooperazione e solidarietà internazionale e dell’accoglienza, insegnanti, studenti, studentesse, cittadini/e interessati/e. Il corso è accreditato presso il Dipartimento Istruzione e gli insegnanti interessati potranno richiedere l’attestato di partecipazione che è ritenuto valido ai fini dell’aggiornamento.

Metodologia:

Gli incontri prevedono una prima parte di relazione frontale e una seconda parte di dibattito con i/le partecipanti. Per analizzare i concetti e promuovere il dibattito verranno, inoltre, usati testi, foto e video per mettere in evidenza gli errori che circolano nei mezzi di comunicazione e affrontare la tematica usando linguaggi differenti.

Info: elisa.rapetti@cci.tn.it  - Tel. 0461 093022

Formatore/i: Valerio Calzolaio, giornalista e scrittore, esperto di fenomeni migratori e autore di “Libertà di migrare” (2016), Einaudi ed.
Bruno Riccio, antropologo, Università di Bologna
Luca Ciabarri, antropologo, Università degli studi di Milano
Barbara Pinelli, antropologa, Università degli studi di Milano-Bicocca
Flavia Calò, psicologa, Medici per i Diritti Umani
Gabriel Echeverria, sociologo, Università degli Studi di Trento e CFSI
Alessandra Proto, Analista di politiche, OCSE-LEED, Trento
Modalità iscrizione:

Il corso sarà attivato con un minimo di 10 e un massimo di 30 partecipanti. In caso di selezione verrà data precedenza agli studenti e alle studentesse dell’Honours Programme TALETE e all’ordine di arrivo delle domande.

Le iscrizioni verranno chiuse al raggiungimento dei posti disponibili e comunque non oltre il 25 gennaio 2017. Su richiesta sarà possibile ricevere un attestato di partecipazione (frequenza minima dell’80% delle 15 ore a programma).

Per gli studenti e le studentesse di TALETE è prevista un’attività di studio individuale e una prova finale.

Costi: Il corso prevede una quota di iscrizione individuale di Euro 20,00 da versare contestualmente all’invio dell’adesione. Copia della ricevuta di pagamento dovrà essere inviata a elisa.rapetti@tcic.eu, solo dopo aver ricevuto conferma della partecipazione. Per gli studenti e le studentesse dell’Honours Programme TALETE il percorso è gratuito.