Per un buon clima futuro

Come sostenere gli studenti che si attivano per i cambiamenti climatici?

Photo by NiklasPntk on Pixabay

Il corso vuole supportare i docenti nell’impostazione delle lezioni in modo da affrontare il tema dei cambiamenti climatici all’interno della propria classe, possibilmente, attraverso percorsi interdisciplinari.

È sempre più evidente che viviamo in un mondo globalizzato e complesso, caratterizzato da una forte interconnessione locale-globale, con nuovi trend, temi e input universali. La dimensione globale fa parte delle nostre vite quotidiane e pone delle sfide, soprattutto ai giovani, rendendo loro particolarmente difficile comprenderle, esprimere il proprio punto di vista informato e agire. D’altro canto assistiamo all’azione degli studenti in azione grazie a Greta Thunberg, attivista sedicenne che con il suo #strike4climate e il movimento #FridaysForFuture combatte la mancanza di azione riguardo alla crisi climatica. Il sistema scolastico formale rappresenta lo spazio più sicuro e inclusivo per gli studenti per imparare, riflettere e testare le nuove conoscenze e competenze trasversali di cui hanno bisogno nella società globale in cui vivono. Come possono i docenti accompagnare i loro studenti in questo percorso di attivazione sui cambiamenti climatici?
Il corso vuole supportare i docenti nell’impostazione delle lezioni in modo da affrontare questa tematica all’interno della propria classe, possibilmente, attraverso percorsi interdisciplinari.

Obiettivi

• Stimolare la riflessione sull’Agenda 2030 delle Nazioni Unite
• Sviluppare strategie didattiche per sostenere l’apprendimento degli studenti rielaborando le questioni di attualità negli insegnamenti curricolari
• Allenare le competenze chiave per la sostenibilità¹
• Acquisire conoscenze, analisi e pensiero critico circa le questioni globali, in particolar modo sui cambiamenti climatici e lo sviluppo sostenibile

1 | Tali competenze sono anche conformi a quelle globali individuate dal Programma per la valutazione internazionale degli studenti (meglio noto con l’acronimo PISA, Programme for International Student Assessment) così come identificate dall’OCSE nel documento “Preparing our youth for an inclusive and sustainable world. The OECD PISA global competence framework” [“Preparare i nostri giovani per un mondo inclusivo e sostenibile. Il sistema delle competenze globali PISA OCSE”] (2018). http://www.oecd.org/pisa/Handbook-PISA-2018-Global-Competence.pdf

Destinatari

Insegnanti della scuola secondaria di primo e di secondo grado.

Metodologia

I 4 laboratori offrono l’opportunità di sperimentare alcune delle attività proposte nel kit didattico del progetto In Marcia con il clima co-finanziato dall’AICS – Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo.
Successivamente ai laboratori, agli insegnanti partecipanti verrà proposto di completare la formazione con due attività:
• 4 ore di sperimentazione nella propria classe sostenuti dal Centro per la Cooperazione Internazionale (per un massimo di 10 classi)
• Promozione del tema del cambiamento climatico all’interno delle Assemblee d’Istituto e/o organizzazione di Infoday nella propria scuola

Programma

I laboratori affrontano il tema dell’emergenza climatica da una prospettiva g-locale attraverso l’approccio metodologico dell’Educazione alla Sostenibilità.

Lunedì 21 ottobre, ore 17.00-19.00
Esploriamo i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile
• Introduzione al quadro di riferimento internazionale dell’Agenda 2030 e i relativi 17 obiettivi di sviluppo sostenibile. Focus sull’obiettivo 13: uso della terminologia e comportamenti che contribuiscono a causare i cambiamenti climatici da un punto di vista individuale e collettivo, locale e globale.
• La nostra casa è in fiamme: far riflettere gli studenti su quanto appreso e creare delle connessioni emotive che spingono alla trasformazione di comportamenti e abitudini quotidiane. E’ fondamentale che i
ragazzi tramutino le frustrazioni per l’emergenza climatica in energie positive e trasformative!

Lunedì 28 ottobre, ore 17.00-19.00
Cambiamento climatico e dimensione sociale - Cacciatori di Bufale!
Un’attività di alfabetizzazione mediatica che riprende il tema delle fake news e di come i media influenzano il dibattito pubblico in merito ai cambiamenti climatici. Un laboratorio metodologico che può essere adattato a qualsiasi tema!

Giovedì 14 novembre, ore 17.00-19.00
Cambiamento climatico e dimensione ambientale - Museo all’acqua aperta
Una creativa simulazione empirica degli effetti delle azioni umane verso l’ecosistema marino per smuovere gli animi e prendersi impegni/buone abitudini che cambiano il mondo.

Giovedì 21 novembre, ore 17.00-19.00
Cambiamento climatico e dimensione economica - Quale futuro per i contadini?
Una simulazione di un’assemblea cittadina dove diversi tipi di portatori d’interessi rivendicano le proprie istanze nei confronti dei rappresentanti istituzionali, i quali devono trovare una soluzione... andrà bene a tutti?

Contatti
Martina Camatta, CCI, Tel. 0461 1828639, martina.camatta@cci.tn.it

Modalità iscrizione:

Il modulo di adesione online è da compilare entro il 20 ottobre 2019.
La proposta formativa si articola nel seguente modo: il primo incontro “Esploriamo i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile” è obbligatorio, mentre è possibile iscriversi a uno o più moduli a scelta, da indicare nella scheda di adesione. In caso di selezione verrà considerato l’ordine di arrivo delle domande. Il corso, della durata di 8 ore, sarà attivato con un minimo di 10 e un massimo di 25 partecipanti.
Al termine del percorso verrà rilasciato l’attestato di partecipazione valido ai fini dell’aggiornamento.

Costi: Gratuito