L'era delle migrazioni

Corso introduttivo alle migrazioni contemporanee, offre un inquadramento generale sui fenomeni migratori contemporanei e fornisce gli strumenti per sviluppare uno sguardo informato e critico sui diversi aspetti che li caratterizzano. In particolare, attraverso una lettura storica e comparata si intende approfondire sia gli aspetti più descrittivi relativi ai numeri, origini e destinazioni dei flussi, quanto quelli più concettuali e teorici riguardanti le definizioni e la spiegazione della cause e delle implicazioni.

Elaborazione di Gabriel Echeverría, a partire dalle opere di Jackson Pollock e Piot Mondrian

Il contesto

Le migrazioni sono un fenomeno caratteristico della contemporaneità. Non c’è paese al mondo che, in un modo o nell’altro, non sia coinvolto dai processi di mobilità umana.

Come tutti i processi sociali di ampia portata, le migrazioni sono il risultato di un insieme complesso di cause e determinano una serie altrettanto complessa di effetti, tanto nei paesi di origine dei migranti quanto in quelli di arrivo. Questo fatto, inevitabilmente, ha portato ad una crescente attenzione intorno al fenomeno. I diversi attori sociali (istituzioni pubbliche e private, agenti economici, associazioni, famiglie, individui, ecc.) che, a diverso titolo, hanno a che fare o sono investite dalle trasformazioni determinate dai fenomeni migratori mostrano una pluralità di atteggiamenti che vanno dalla curiosità al rifiuto, dall’urgenza di adattamento alle difficoltà di messa in pratica, dalla scoperta di opportunità alla negazione, dalla solidarietà alla preoccupazione.

Per la politica, che ha un ruolo fondamentale non solo nel governo dei fenomeni sociali ma anche nel fornire chiavi interpretative e orientamento valoriale rispetto ad essi, le migrazioni sono diventate terreno di battaglia. Negli ultimi anni, la questione ha via via acquisito importanza fino ad occupare un ruolo centrale nel dibattito e fino a diventare, in taluni casi, dirimente rispetto alle scelte elettorali dei cittadini. Il discorso avanzato dalle diverse parti ha, anch'esso, trovato modo di diversificarsi all’estremo producendo una serie disparata di rappresentazioni della realtà migratoria (minaccia vs. occasione, invasione vs. dovere umanitario, stravolgimento culturale vs. arricchimento, ecc.) e di relative risposte (chiusura vs. apertura, rifiuto vs. accoglienza, irrigidimento vs. integrazione, ecc.). 

In tale contesto, dove le trasformazioni sono importanti e potenzialmente problematiche e dove sono necessari interventi, a tutti i livelli, che permettano di affrontale (e viverle) al meglio, l’alto livello di attenzione sociale e la forte politicizzazione possono rappresentare un ostacolo. L’approccio “emergenziale” e conflittivo sulla materia ha contribuito alla diffusione di letture spesso poco informate, ideologizzate o prevalentemente emotive. L’urgenza di trovare risposte e la volontà immediata di darle e propagandarle (magari con un tornaconto) non sono tuttavia, necessariamente, latrici di buone risposte. Se è senz’altro vero che i fenomeni sociali sono tutti interpretabili e che ognuno ha il diritto di farsi un’idea propria, è altrettanto vero che per affrontare le loro ricadute in modo efficace può essere utile che tali interpretazioni e idee si costruiscano sulla base di una comprensione di essi il più possibile approfondita e aderente ai dati della realtà. Da questo punto di vista, pur in un quadro per certi versi preoccupate, dove sulla questione migratoria sembrano prevalere le semplificazioni e gli opportunismi, esiste una domanda crescente e diffusa di formazione qualificata in merito.

Proposta formativa

Il corso e-learning ”L’era delle migrazioni internazionali. Introduzione alle migrazioni contemporanee” offre un inquadramento generale sui fenomeni migratori contemporanei e fornisce gli strumenti per sviluppare uno sguardo informato e critico sui diversi aspetti che li caratterizzano. In particolare, attraverso una lettura storica e comparata si intende approfondire sia gli aspetti più descrittivi relativi ai numeri, origini e destinazioni dei flussi, quanto quelli più concettuali e teorici riguardanti le definizioni e la spiegazione di cause e implicazioni.  

 

Obiettivi

  • Fornire strumenti per leggere criticamente le informazioni relative ai flussi migratori
  • Fornire strumenti per comprendere le cause e il funzionamento dei fenomeni migratori
  • Fornire strumenti per comprendere i principali elementi delle politiche migratorie e le loro conseguenze
  • Fornire strumenti per comprendere le sfide nei contesti di arrivo

Destinatari

Il corso si rivolge a tutte le persone che, per interesse personale o per lavoro, desiderano approfondire la loro conoscenza dei fenomeni migratori. In particolare: operatori della solidarietà internazionale; amministratori; insegnanti, studenti e cittadini/e interessati/e. Si tratta di un corso introduttivo che può servire sia come base per avviare un percorso di approfondimento, sia come opportunità per rinfrescare o sistematizzare conoscenze pregresse.

Formatore

Gabriel Echeverría, ha ottenuto un dottorato in Studi Migratori e Coesione Sociali presso l'Università Complutense di Madrid, ha pubblicato numerosi articoli scientifici e divulgativi sui temi del controllo migratorio, la cittadinanza e la teoria migratoria. E' membro del gruppo di ricerca Scenari Migratori e Mutamento Sociale del Dipartimento di Sociologia dell'Università di Trento.  Attualmente lavora come ricercatore presso l'Unità Operativa Competenze per la Società Globale del Centro per la Cooperazione Internazionale di Trento. 

 

FUNZIONAMENTO DEL CORSO

Metodologia

Il corso “L’era delle migrazioni internazionali. Introduzione alle migrazioni contemporanee” è un corso di auto-apprendimento interamente online. Ogni aspetto del corso, dalla presentazione dei contenuti, ai alla valutazione, saranno forniti esclusivamente sulla piattaforma e-learning.  Per la corretta fruizione e il superamento del corso è sufficiente seguire le indicazioni via via suggerite dalla piattaforma. Nel caso vi fossero dei dubbi, sia sul funzionamento della piattaforma che del corso, potete scrivere al coordinatore del corso Gabriel Echeverría: gabriel.echeverria@cci.tn.it

 

Il corso è strutturato in 7 MODULI consecutivi. Ogni modulo fornirà i materiali didattici specifici e dei suggerimenti artistici o culturali per un approfondimento facoltativo. I materiali didattici includono:

  • una VIDEOLEZIONE (circa 15 minuti);
  • una LETTURA OBBLIGATORIA (in italiano o in inglese a scelta);
  • un TEST DI AUTOVALUTAZIONE

Una volta completati tutti i moduli del corso, si avrà accesso al TEST FINALE DEL CORSO nel quale verranno valutate le conoscenze acquisite. Una volta superato con la sufficienza il test finale e completato il QUESTIONARIO DI SODDISFAZIONE sarà possibile ottenere l'ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE al corso.

 

Iscrizioni e tempistica

Il corso può iniziarsi in qualsiasi momento dal 1 al 31 luglio 2019. Per accedere, è necessario crearsi un profilo sulla piattaforma e pagare la quota di iscrizione al corso seguendo i semplici passaggi indicati.

Una volta iniziato il corso si avrà un tempo massimo di tre mesi per completarlo. Se il corso non venisse completato entro questo lasso di tempo l'iscrizione verrà cancellata.

Costi

Il costo del corso è di 35 euro.

Gruppo di lavoro

Gabriel Echeverría, coordinatore del corso, Competenze per la Società Globale, CCI

Michela BortoliCompetenze per la Società Globale, CCI

Paola ZanonArea Comunicazione, CCI

 

Contatti

Gabriel EcheverríaCompetenze per la Società Globale, CCI

gabriel.echeverria@cci.tn.it - Tel. 0461 1828625

 

Iscrizione fino al 31 luglio sulla piattaforma e-learning.

Lunedì, 24 Giugno 2019

Competenze per la società globale

E-learning