Perchè Talete?

La forte interdipendenza insita nel contesto globale richiede sempre più professionisti capaci di interfacciarsi positivamente con la complessità che caratterizza il nostro tempo. Parallelamente il mercato del lavoro ricerca persone capaci di affiancare al sapere tecnico specifico, una predisposizione di apertura al contesto internazionale e il possesso delle competenze trasversali necessarie ad inserirsi in contesti di lavoro complessi. La cooperazione internazionale rappresenta un’occasione per maturare queste soft skill allargando lo sguardo all’interdipendenza globale e contribuendo a mantenere un clima sociale consono a rapportarsi positivamente con l’Altro.

Il focus territoriale

L’agenda internazionale, a partire dai nuovi obiettivi di sviluppo sostenibile, nella cornice dell’interdipendenza globale, sottolinea l’importanza di introdurre una prospettiva che parta dal locale per uno sviluppo concentrato sulle esigenze delle persone e dei territori e dunque capace di interrogarsi sulla sua stessa sostenibilità.

Il contesto locale, inteso come un sistema sociale e ambientale in interazione, è un livello pertinente per costruire soluzioni di sviluppo integrate, strutturali e di lungo termine, in partenariato o stretta collaborazione con gli altri interlocutori a livello nazionale e internazionale, in una logica di governance multiattoriale e multilivello. Il Trentino, forte della sua cultura cooperativa e della peculiare esperienza di autogoverno, ha fatto della cooperazione decentrata un banco di prova della sua autonomia, dandole un forte slancio e contribuendo in questo modo a sviluppare competenze pluriennali nell’ambito dell’approccio territoriale allo sviluppo.

Un percorso complementare, impegnativo e gratificante

Il programma TALETE, sviluppato dall’Università di Trento (UNITN) e dal Centro per la Cooperazione Internazionale (CCI), offre un percorso formativo professionalmente qualificante parallelo al corso di laurea magistrale con un preciso riferimento alla tradizione anglosassone degli honours programme. La proposta è rivolta agli studenti di DICAM, DSRS e SSI.
Workshop, corsi fondamentali e opzionali, mobilità internazionale collegata al progetto di laurea e tirocinio in azienda costituiscono l’ossatura di TALETE. Gli studenti che saranno ammessi all’Honours  Programme riceveranno una borsa di studio per lo svolgimento dell’attività legata alla preparazione della tesi all’estero con un periodo minimo di permanenza pari a 3 mesi.
L’impegno richiesto corrisponde a un totale di 24 CFU aggiuntivi rispetto alla formazione curricolare (5 mesi equivalenti di attività aggiuntive). Allo studente che completa la propria formazione curricolare con il percorso TALETE verrà attribuito un attestato nella forma della distinzione di merito.

L’approccio alla formazione

La metodologia formativa adottata coniuga la dimensione individuale con quella di lavoro in gruppo, in modo tale che lo studente possa maturare sia le conoscenze teorico-pratiche, sia le competenze trasversali che fanno riferimento alla dimensione relazionale e di contesto.

UNITN e CCI, attraverso delle figure di riferimento, offrono l’orientamento individuale e di gruppo agli studenti di TALETE.

Posizioni disponibili e prerequisiti per l’ammissione

Il numero di posizioni disponibili è pari a 12 per i corsi di laurea magistrale in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio (LM-35), Ingegneria Civile (LM-23) e Ingegneria Energetica (LM-30), in Sociology and Social Research (LM-88), Gestione delle Organizzazioni e del Territorio (LM-88), Metodologia, organizzazione e valutazione dei servizi sociali (LM- 87) e Meis (LM-52).
Possono presentare domanda di ammissione gli studenti dei corsi di studio sopra citati che, alla data di scadenza del bando, siano iscritti al primo anno oppure al secondo anno e abbiano conseguito almeno 18 CFU. Gli studenti del primo anno selezionati potranno proseguire l’Honours Programme se avranno ottenuto 18 CFU entro l’inizio dell’Anno Accademico successivo (requisito di permanenza).

Criteri di selezione

L’ammissione è subordinata ad una selezione sulla base di:

• titoli: percorso di studio, conoscenze linguistiche, precedenti esperienze di volontariato o lavorative e formazione extracurricolare;

• lettera motivazionale;

• prova attitudinale: assessment group volto a valutare alcune competenze trasversali;

• colloquio: valutazione dei titoli richiesti e delle motivazioni.

Modalità di partecipazione

Il bando e la domanda di ammissione sono scaricabili da https://www.unitn.it/ateneo/72896/talete

La scadenza per la candidatura è il 15 ottobre 2019.

Scarica il pieghevole dell'intero programma:

Vedi il dettaglio della formazione comune: