Post di Redazione

Il Kosovo e la liberalizzazione dei visti

23/11/2022

Sembrava cosa fatta o quasi, la presidenza di turno dell’Ue in capo alla Repubblica Ceca pensava di mettere all’ordine del giorno di oggi 23 novembre la questione della liberalizzazione dei visti per il Kosovo. Nei giorni scorsi era stato detto che durante l’odierna riunione degli ambasciatori UE, tecnicamente il Comitato dei rappresentanti permanenti (COREPER), si sarebbe persino adottato un testo per l’accordo sulla liberalizzazione dei visti per il Kosovo.

La Slovenia ha una presidente: Nataša Pirc Musar

14/11/2022

Nataša Pirc Musar, avvocato di sinistra ed ex commissaria per la protezione dei dati, è stata eletta come prima presidente donna della Slovenia.

Kosovo: i serbi alla prova di forza, pressioni internazionali su Pristina

08/11/2022

Diverse migliaia di persone hanno manifestato domenica pomeriggio nel centro di Mitrovica Nord su appello della Lista Srpska. Il presidente di questo partito tele-guidato da Belgrado, Goran Rakić, ha sottolineato le due richieste della comunità serba del Kosovo: la formazione (attesa dall'estate 2015) di un'Associazione di comuni a maggioranza serba del Kosovo e il ritiro della decisione del governo kosovaro sulla reimmatricolazione dei veicoli con targhe rilasciate in Kosovo dalla Serbia.

Balcani occidentali: ripartito il processo di Berlino

04/11/2022

Riconoscimento reciproco di carte d'identità, diplomi e qualifiche professionali: a Berlino lo scorso 3 novembre sono stati firmati tre accordi tra i sei paesi dei Balcani occidentali, per facilitare la libera circolazione dei cittadini e rilanciare l'integrazione regionale.

Dunja Mijatović: troppi ostacoli alla coesione sociale in Kosovo

20/10/2022

“Più di due decenni dopo il conflitto armato in Kosovo, la coesione sociale è ancora ostacolata dall'impunità per crimini di guerra, casi irrisolti di persone scomparse, mancanza di accesso alle riparazioni per tutte le vittime di guerra, ostacoli al ritorno sostenibile degli sfollati e divisioni etniche.”

Giovani, Balcani e cooperazione alla Settimana Europea delle Regioni e delle Città

17/10/2022

Mercoledì 12 ottobre, nell’ambito della Settimana Europea delle Regioni e delle Città , si è svolto il seminario "EU4 Balkans Youth ". Il seminario ha affrontato il tema del coinvolgimento dei giovani nelle politiche a loro dedicate, e la cooperazione che avviene in questo campo tra i paesi balcanici e l’Unione europea.

Missione Ue al confine tra Armenia e Azerbaijan

07/10/2022

L'Unione europea invierà una "missione civile" in Armenia lungo il confine con l'Azerbaijan per "creare fiducia" tra i due paesi e aiutare a delineare i confini. Lo hanno annunciato i rappresentanti dei due paesi oggi dopo un incontro a cui hanno partecipato anche Ue e Francia a Praga.

L'arte della tessitura

07/10/2022

La tessitura è stata per centinaia di anni un'arte molto apprezzata in Armenia e in tutto il Caucaso. Un mestiere che però ora, dopo essere sopravvissuto a imperi e cambiamenti culturali, si trova ad affrontare una minaccia esistenziale, in parte dovuta alla diminuzione del numero di tessitori, in parte alla domanda limitata di tappeti tradizionali.

La marcia su Milano dei tifosi della Dinamo di Zagabria

21/09/2022

Nella giornata di mercoledì 14 settembre a Milano circa quattromila tifosi della Dinamo di Zagabria, venuti per la partita di Champions League allo stadio S. Siro contro il Milan, dopo aver provocato una rissa, hanno sfilato per le strade della città facendo il saluto romano. Quello che segue è il comunicato stampa emesso dall'Unione dei combattenti antifascisti e degli antifascisti della Croazia.

Crisi politica in Montenegro: sarà Miodrag Lekić incaricato di formare il nuovo governo?

20/09/2022

Dopo la caduta del governo di Dritan Abazović, il 20 agosto scorso, i partiti che hanno vinto le ultime elezioni politiche, il Fronte Democratico (filo-serbo, DF), i Democratici e URA, hanno ora concordato di affidare a Miodrag Lekić (Demos) il mandato di formare un terzo governo. Tuttavia non sono state ancora raccolte le 41 firme corrispondenti al numero di seggi di questi partiti in Parlamento (81).