Allargamento

Parlamento dei diritti 3

Il Parlamento dei Diritti 3

Il Parlamento dei diritti - 3ª edizione ha l’obiettivo di contribuire a una migliore comprensione del ruolo del Parlamento europeo - unica istituzione eletta direttamente dai cittadini europei - nella vita democratica dell’Unione, nella definizione di politiche europee per i diritti fondamentali e su questioni cruciali per il futuro del nostro continente quali clima, ambiente, migrazioni, digitale. In questa fase complessa per il nostro continente è ora il momento di immaginare l’Europa post-pandemia. Lo faremo promuovendo un dibattito pubblico informato, aperto e plurale che coinvolgerà - in dibattiti, seminari e workshop - parlamentari europei, esperti, giornalisti, studenti, insegnanti, decisori politici. Intendiamo così dare il nostro contributo a favore della partecipazione dei cittadini al processo decisionale europeo e della capacità di azione della società civile a livello transnazionale, fondamentale per rilanciare il progetto europeo dal basso e promuovere l'Europa dei diritti.

Stato progetto
In corso
Data inizio
31/12/2020
Data fine
30/06/2022
Cofinanziato da
UE
Unità operativa
OBC Transeuropa

La Strategia dell’Unione Europea per la regione adriatico-ionica: le fatiche della costruzione di un processo

Mappa paesi EUSAIR

La Strategia dell’Unione Europea per la regione adriatico-ionica: le fatiche della costruzione di un processo. Nell'ottobre 2014 è stata lanciata EUSAIR, la Strategia macroregionale dell'Unione Europea per l'area adriatico-ionica. OBC e CeSPI, ad un anno dal lancio della Strategia, hanno analizzato i primi passi, le sfide e le opportunità di questo nuovo strumento di governance multi-livello.

Stato progetto
Concluso
Data inizio
01/01/2015
Data fine
31/12/2015
Cofinanziato da
UE
Unità operativa
OBC Transeuropa

La prospettiva bilaterale tra Italia e Balcani Occidentali: evoluzione e raccomandazioni per il rilancio

Mappa Italia e Balcani occidentali

Progetto di ricerca con l’obiettivo di analizzare lo stato dei rapporti bilaterali tra Italia e un gruppo selezionato di paesi dei Balcani Occidentali (Albania, Bosnia-Erzegovina, Serbia) al fine di mettere in evidenza il bagaglio acquisito e le potenzialità future per una cooperazione rinnovata nel quadro del progetto europeo. Funge da supporto all’elaborazione di politiche anche in chiave comparativa tra i diversi paesi oggetto di indagine. Cofinanziato dal MAECI (ex art. 23-bis) e condotto da OBCT in collaborazione con Centro Studi di Politica Internazionale (CeSPI).

Stato progetto
Concluso
Data inizio
01/11/2019
Data fine
31/03/2020
Cofinanziato da
MAECI
Unità operativa
OBC Transeuropa

L’Unione Europea apre ai Balcani?

26/05/2018

Davide Sighele, giornalista OBCT / CCI, interviene al fireside talk, organizzato nell'ambito del Festival Siamo Europa 2018

Editors’ Europe Cafè: Turchia-UE tra crisi, trasformazioni e prospettive

16/05/2018

Conversazione tra Fazila Mat, redattrice e ricercatrice OBCT / CCI e Anna Maria Giordano, giornalista RAI

Quale posto per il Kosovo nella strategia di allargamento dell'UE verso Balcani occidentali?

30/03/2018

Francesco Martino, giornalista di OBCT / CCI, interviene al dibattito sul futuro europeo del Kosovo

Itinerario albanese: dall’emigrazione in Italia all’integrazione europea

29/01/2018

Nicola Pedrazzi di OBCT / CCI, interviene ad una sessione del dibattito che vuole essere un momento di riflessione tra esperti del settore sulla qualità dell'integrazione albanese in Italia, sul valore aggiunto da essa apportato alla crescita della società italiana, sulle potenzialità dell'emigrazione di ritorno dall'Italia nella società albanese e sui benefici che in termini d'integrazione e di sviluppo offrirà l'ingresso dell'Albania nell'Unione europea