Caricamento Eventi

Workshop di fotografia
Rovereto, la città e il fiume: storie da raccontare
con Pino Ninfa (fotografo internazionale)

Il percorso, composto da quattro sessioni, propone una ricerca in compagnia della macchina fotografica. La cornice di Rovereto e i paesaggi circostanti legati al torrente Leno saranno strumento di indagine da parte dei partecipanti, col fine di costruire un racconto per immagini. Riflettere su come si incontra il mondo grazie alla macchina fotografica porterà i partecipanti – in un’era in cui tutto gira velocemente – a trovare modi per incontrare la realtà usando tempi lenti: per arrivare a cogliere le cose nel loro insieme sarà necessario cambiare ritmo, per incontrare il mondo che ci circonda.

Il percorso permetterà ai e alle partecipanti di riflettere sul proprio territorio e sulla sua salvaguardia in chiave futura, per immaginare modi di abitare e raccontare la città in armonia con le risorse presenti e con gli adattamenti necessari a fronte del cambiamento climatico. Sarà anche l’occasione per approfondire le metodologie della fotografia etica. Il frutto del percorso potrebbe dar vita ad una mostra a partire dai lavori dei e delle partecipanti, da presentare durante l’autunno.

6-7 maggio 2023/ Sessione 1

6 maggio mattina: durante il primo incontro verranno visionati alcuni lavori del fotografo Pino Ninfa, per riflettere su come è possibile incontrare varie realtà e situazioni con la macchina fotografica.
6 maggio pomeriggio: segue una prima uscita con i e le partecipanti in alcuni dei luoghi rilevanti per iniziare il lavoro.
7 maggio mattina: viene eseguita una seconda uscita in luoghi differenti, per proseguire con i primi lavori fotografici.
7 maggio pomeriggio: visione dei lavori svolti e assegnazione di incarichi per i successivi incontri.

20 maggio 2023/ Sessione 2

Durante il secondo incontro si visioneranno i lavori che i e le partecipanti, da soli o in gruppo, avranno svolto nell’intervallo di tempo. Se possibile nel pomeriggio si procederà ad un’ulteriore uscita per proseguire il lavoro fotografico.

Luglio 2023/ Sessione 3

Durante il terzo incontro verranno visionate altre foto e si deciderà insieme quale percorso seguire con il materiale a disposizione.

Settembre 2023/ Sessione 4

Quarto ed ultimo incontro di restituzione finale dei lavori svolti, secondo le modalità definite insieme ai e alle partecipanti.

Pino Ninfa è nato a Catania da dove è partito all’età di 17 anni alla volta di Milano. Sviluppa progetti sul territorio nazionale e internazionale legati allo spettacolo e al reportage. L’interesse per la musica e per il sociale, hanno fondato il senso complessivo del suo lavoro fotografico.

Da diverso tempo ha incrementato lo studio rivolto al recupero e alla salvaguardia dell’ambiente in cui viviamo con missioni nelle foreste Africane e dell’Amazzonia per testimoniare progetti di salvaguardia e di sviluppo delle popolazioni locali. Segue anche in diverse parti del mondo progetti per migliorare le condizioni di vita di persone in difficoltà con particolare attenzione per l’universo femminile molto spesso vittima di abusi e soprusi a ogni latitudine e con qualsiasi miseria.

Ultime sue testimonianze ad Haiti con un lavoro su: “Ricostruire la speranza” in India e Nepal con lavori legati a progetti alimentari e al recupero di donne vittime di abusi e violenze.In campo musicale da anni oltre a fotografare in molti e importanti festival musicali, sviluppa progetti multimediali con diversi musicisti fra i quali: Danilo Rea, Enrico Pieranunzi, Paolo Fresu, Franco D’Andrea, Stefano Bollani e molti altri. È stato il fotografo ufficiale dell’Heineken Jammin Festival dal 1998 al 2011 e per Heineken Italia ha seguito diverse edizioni di Umbria Jazz. È stato il fotografo ufficiale della filiale italiana del Blue Note dalla sua apertura fino al 2004.Con Porsche Italia, Fiat Iveco, Level Fabergè e altri ancora ha realizzato campagne pubblicitarie e solidali.

Da anni sviluppa con diverse ONG fra cui Emergency, Amani, CBM Italia e Cesvi, progetti sulla solidarietà. Oltre al progetto di Haiti con Prosolidar, ha continuato a seguire per Cesvi un progetto sul cambio climatico nella foresta Amazzonica in Perù nella regione di Madre de Dios.È presidente dell’associazione P.I.M. (poesia-immagine-musica) che si occupa della diffusione e organizzazione di mostre e seminari di fotografi musicali.Da molti anni tiene workshop in Italia e all’estero su temi legati a vari aspetti della fotografia e dell’essere fotografo.

MODALITÀ DI ISCRIZIONE

ISCRIZIONE
gratuita entro le ore 12:00 del 2 maggio
L’iscrizione al workshop è aperta ai maggiorenni (maggiore età alla scadenza del termine di iscrizione) e gratuita ma rappresenta un impegno formale alla partecipazione alle sessioni, dato che il numero di partecipanti dovrà essere limitato a 10 persone per motivi organizzativi.

Modalità di iscrizione: è richiesto l’invio della scheda di iscrizione e di un breve testo di presentazione (max. 2500 caratteri, spazi inclusi) in cui si forniscono alcune informazioni sul proprio percorso, precedenti esperienze in questo ambito (se presenti, non vincolanti) e le motivazioni che spingono a voler partecipare al percorso entro le ore 12:00 del 2 maggio.

La scheda di iscrizione e il breve testo andranno inviate via email all’indirizzo cultura@comune.rovereto.tn.it con l’oggetto seguente:

ACQUA_Workshop fotografia_Nome_COGNOME

I e le partecipanti dovranno possedere attrezzatura propria (macchina fotografica) ma non sono richiesti particolari requisiti tecnici di tale attrezzatura, né esperienza pregressa. Il criterio per l’inserimento nel workshop sarà cronologico e si baserà sull’ordine di arrivo delle presentazioni, con priorità ai e alle giovani di età inferiore a 24 anni (nati dopo il 01/01/1999).

Per informazioni è possibile scrivere o chiamare Ufficio cultura, rapporti con l’università e politiche giovanili:

Tel. 0464 452376

cultura@comune.rovereto.tn.it

SCARICA LA SCHEDA DI ISCRIZIONE QUI!

Share This Post, Choose Your Platform!

Go to Top