Connessioni Globali

Due persone sedute su delle nuvole guardano in alto indicando la ruota colorata simbolo dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile per l'Agenda 2030

Un percorso per la sperimentazione di attività didattiche interattive che introducono conoscenze e abilità che siano rilevanti per la vita quotidiana di studenti e studentesse.

CONTESTO

La prospettiva dell'educazione alla cittadinanza globale, coerentemente con il suo fine trasformativo e inclusivo, promuove modelli di insegnamento e apprendimento che con l’ausilio di strumenti digitali stimolano la riflessione critica sulle connessioni tra locale e globale e sul rapporto tra diritti e responsabilità individuali e collettive al fine di co-creare una società equa e sostenibile.

La proposta formativa fornisce strumenti e metodologie che coinvolgono studentesse studenti attraverso diverse strategie di apprendimento per approfondire con la classe alcuni degli obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030, il quadro di riferimento globale per affrontare le grandi sfide del pianeta. Cos’è lo sviluppo sostenibile? Quali sono i fenomeni globali che più impattano il nostro presente e futuro? Quale ruolo esercitano le nuove generazioni? Come contribuisce il volontariato ad attivare processi di cittadinanza attiva? Come sfruttare le potenzialità del digitale nella didattica?

 

OBIETTIVI

  • stimolare la riflessione nei diversi contesti educativi attraverso l’approccio metodologico dell’Educazione alla Cittadinanza Globale
  • sostenere l’apprendimento degli studenti proponendo le sfide globali come argomenti di insegnamento curricolare
  • progettare e sperimentare laboratori tematici sui temi dell’Agenda 2030
  • acquisire competenze per promuovere percorsi di cittadinanza digitale

 

DESTINATARI

Insegnanti della scuola secondaria di II grado

 

SEDE DEL CORSO 

Centro per la Cooperazione Internazionale, Vicolo San Marco, 1 - Trento

 

METODOLOGIA

Il corso sarà erogato in modalità blended. Si alterneranno momenti in presenza e momenti di lavoro a distanza supportati dall’utilizzo della piattaforma di e-learning del Centro per la Cooperazione Internazionale.

La parte in presenza prevede l’utilizzo di differenti metodologie: giochi di ruolo e di simulazione, attività ispirate al Teatro dell’Oppresso, didattica digitale per l'apprendimento, docenza frontale, lavori di gruppo, spazi per il confronto e il dibattito.

Successivamente al corso, alle e agli insegnanti verrà richiesto di completare la formazione con l’elaborazione e la sperimentazione in classe di una lezione che contempli l’utilizzo di strumenti e metodologie presentati durante il corso, accompagnati dalle e dagli esperti del CCI per un massimo di 8 classi.

È previsto durante l’arco del corso uno sportello di consulenza per la progettazione delle attività da sperimentare nelle classi.

 

FORMATRICI E FORMATORI

Camatta Martina: CCI, laureata in Filosofia e Scienze della Formazione, coordinatrice del Centro Insegnanti Globali, è formatrice in percorsi sull’Educazione alla Cittadinanza Globale e sullo sviluppo di competenze trasversali in ambito formale e non-formale.

De Paoli Giulia: CSV Trentino, laureata in Diritti Umani e Governance Multilivello, referente del progetto BeJetzt - giovani attivi per lo sviluppo sostenibile 2030

Marzella Simone: CCI, laureato in Antropologia, formatore teatrale e di processi di apprendimento in contesti difficili.

Oberosler Marco: CCI, laureato in Scienze per la Pace, amministratore della piattaforma e-learning del CCI, esperto di formazione a distanza e trasformazione digitale.

Tutor: Antonelli Federica e Folgheraiter Laura, Centro per la Cooperazione Internazionale.

 

PROGRAMMA

LEZIONE INTRODUTTIVA - "Esploriamo i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile"

Giovedì 1 dicembre, ore 16.30-19.00

In questo modulo vengono presentate la cornice teorica e le metodologie dell’Educazione alla Cittadinanza Globale, con un focus sull’apprendimento esperienziale. L’obiettivo è sperimentare strategie didattiche per introdurre nelle classi il macro tema dello Sviluppo Sostenibile. Verrà proposta una modalità originale per parlare dell’Agenda 2030. 

Durante l’incontro verrà presentato il percorso BeJetzt, un progetto di volontariato per studenti e studentesse del triennio, riconosciuto ai fini dell’Alternanza Scuola Lavoro e coordinato da CSV Trentino.

 

LABORATORIO 1 - "La salute globale un concetto universale?"

Mercoledì 14 dicembre, ore 16.30-19.00

Introduzione all’obiettivo 3 dell’Agenda 2030. Cos’è la salute globale? Come le disuguaglianze sociali incidono sull’accesso alle cure sanitarie? Il concetto di salute è uguale per tutti i popoli?

L'attività di simulazione, ispirata al Teatro dell’Oppresso di Augusto Boal, fa immedesimare la classe in una serie di situazioni sfidanti dal punto di vista sanitario facendo emergere le opportunità e le criticità presenti in diversi sistemi sanitari nel mondo.

 

LABORATORIO 2 - "La testa nel cloud e i piedi per terra"

Mercoledì 11 gennaio, ore 16.30-19.00

Introduzione all’obiettivo 4 dell’Agenda 2030. Alle tecnologie digitali si è guardato come a una delle leve principali per il miglioramento della scuola. La realtà è stata all’altezza delle aspettative? Prima ancora che fare didattica con le tecnologie è urgente educare all'uso consapevole della tecnologia e dei media.

Le attività proposte permettono di sviluppare competenze di cittadinanza digitale e pensiero critico.

 

LABORATORIO 3 - "Inclusione ed esclusione: scelta o destino?"

Mercoledì 25 gennaio, ore 16.30-19.00

Introduzione all’obiettivo 5 dell’Agenda 2030. Riconoscimento dei diritti, disuguaglianza, discriminazione, violenza, nonché difficoltà di accesso a servizi e risorse sono frutto della mancanza di pari opportunità nella nostra società. Il gioco di ruolo proposto mira a comprendere cosa significhi assumere l'identità di persone che si trovano a vivere particolari situazioni di oppressione o, al contrario, di privilegio.

 

LABORATORIO 4 - "La tutela della biodiversità"

Mercoledì 1 febbraio, ore 16.30-19.00

Introduzione all’obiettivo 15 dell’Agenda 2030. La biodiversità è l’assicurazione sulla vita del nostro pianeta. Essa costituisce il bene pubblico per eccellenza e la sua conservazione è interesse primario di tutti. Le attività di simulazione proposte mirano a far prendere coscienza dell’impatto delle nostre abitudini di vita sull’ambiente e a incoraggiare pratiche che salvaguardino la nostra casa comune.

 

LABORATORIO 5 - "Strategie di comunicazione nonviolenta"

Mercoledì 15 febbraio, ore 16.30-19.00

Introduzione all’obiettivo 16 dell’Agenda 2030. Come combattere le dicerie e gli stereotipi sulla diversità culturale? La Strategia Antirumours mira a prevenire la discriminazione, migliorare la coesistenza e sfruttare il potenziale della diversità innescando un cambiamento di percezioni, atteggiamenti, e comportamenti. Il gioco di simulazione ha l’obiettivo di contrastare stereotipi e pregiudizi attraverso la capacità di contrastare i discorsi d’odio utilizzando forme di comunicazione nonviolenta.

 

ISCRIZIONE

l modulo di adesione online è da compilare entro domenica 27 novembre 2022.

La proposta formativa si articola nel seguente modo: il primo incontro “ESPLORIAMO I 17 OBIETTIVI DI SVILUPPO SOSTENIBILE” è obbligatorio, mentre è possibile iscriversi a uno o più moduli a scelta, da indicare nella scheda di adesione.

Link iscrizione: https://forms.gle/XedvAYSLERkbCn5eA 

Il corso è riconosciuto “ai fini del diritto/dovere di assolvimento all’obbligo di aggiornamento dei docenti previsto dai vigenti accordi contrattuali del comparto scuola.”

 

La proposta formativa nasce dalla sinergia tra due progetti che promuovono la cittadinanza attiva e globale:

BeJetzt! - giovani attivi per lo sviluppo sostenibile 2030   è un progetto di volontariato, riconosciuto ai fini dell’Alternanza Scuola Lavoro, coordinato da CSV Trentino che si propone di formare gli studenti e le studentesse ai temi dell’Agenda 2030 per poi attivare esperienze di volontariato attivo presso le associazioni del territorio; 

Learning the Blended Way è un progetto Erasmus+ con cui il CCI vuole rafforzare le competenze di insegnamento e apprendimento delle e degli insegnanti in modalità di didattica digitale integrata (DDI).

 

CONTATTI

Per ulteriori info è possibile mettersi in contatto con Martina Camatta (CCI)

Tel. 0461 1828639

E-mail: martina.camatta@cci.tn.it 

Sito: www.cci.tn.it 

 

Illustrazione di Michela Nanut